Universal Pictures ha svelato una nuova clip di By The Sea, la nuova pellicola scritta, diretta e prodotta dall’attrice premio Oscar Angelina Jolie Pitt, in arrivo in tutte le sale cinematografiche italiane dal 12 novembre.

Nel nuovo video l’attrice parla della pellicola e spiega come questa sia nata per il volere dell’attrice di esplorare un tema particolare: “Ho scritto By The Sea perché volevo esplorare il tema del dolore” ha detto l’attrice “Il film in generale e il mio personaggio parlano di mia madre e di ciò che provo per lei. Quando il barista parla del lutto, di una perdita, quello riflette ciò che provo per lei e la sua morte”.

Angelina spiega come i personaggi nel film abbiano un modo diverso di affrontare la perdita di una persona e il lutto: “alcuni non l’hanno ancora affrontato, altri invece sono in grado di gestirlo e altri ancora ne sono sopraffatti”.

Adoro I film che ti lasciano qualcosa a cui pensare, come se dovessi ricongiungere i pezzi: questa è la bellezza e la libertà dei film più indipendenti, non devono raggiungere tutto il pubblico [...] possono lasciare delle questioni aperte, senza una risposta perché questa è la vita”, per questo motivo l’attrice ha deciso di creare una pellicola che non vuole essere necessariamente commerciale.

By The Sea: trama e cast

By The Sea segna il ritorno sul grande schermo dei Brangelina: nella pellicola, infatti Angelina torna a recitare al fianco di Brad Pitt dopo “Mr e Mrs Smith”, film del 2005 diretto da Doug Liman e che li ha consacrati come nuova coppia di Hollywood. Il film segue la storia di uno scrittore americano di nome Roland (interpretato da Brad Pitt) che, nel 1970, arriva insieme alla moglie Vanessa (Angelina Jolie Pitt) in una località balneare francese: una coppia in crisi che, quando inizia a passare del tempo insieme ai giovani sposi Lea e François e a Michel e Patrice che vivono nel posto, si rendono conto di dover fare i conti con questioni irrisolte della loro vita.

Oltre a Brad e Angelina nel cast del film ci saranno anche Mélanie Laurent (“Bastardi senza gloria”) nei panni di Lea, Melvil Poupaud (“Il tempo che resta”) in quelli di François e ancora Niels Arestrup (“Il Profeta”, “War Horse”) in quelli di Michel e Richard Bohringer (“Subway”) nel ruolo di Patrice.

By The Sea: le dichiarazioni di Angelina Jolie

Ho scritto By the Sea con in mente l’idea di esplorare il dolore—come può succedere che alcuni non vi siano mai stati esposti, altri lascino che si depositi sul fondo e altri ancora trovino il modo di superarlo.  Ciascun personaggio nel film rappresenta un diverso modo di affrontare il dolore.” Ha dichiarato Angelina spiegando le motivazioni che l’hanno spinta a creare il nuovo film “L’ho scritto prim’ancora di cimentarmi nella regia. Non pensavo, quindi, di farlo con Brad.  Il più delle volte, quando scrivi, non hai consapevolezza del perché lo fai. E’ soltanto quando ci sei dentro e ti scatta una reazione che ti rendi conto che qualcosa ti infastidisce o ti tocca da vicino.  Non avevo mai pensato che lo avremmo realizzato e vi avremmo recitato. Perciò, l’ho scritto in libertà”.

By The Sea, ha spiegato la stessa, non vuole essere un film commerciale: la pellicola, infatti ha segnato “un momento di sperimentazione ed esplorazione come artisti e un’occasione per creare qualcosa di delicato e speciale. C’è libertà nel non girare un film commerciale. Puoi osare e sperimentare. È emotivamente più sfidante e creativo. Si ha voglia, come artisti, di provare dell’altro ed evitare scelte collaudate. Spero sia apprezzato da chiunque sia alla ricerca di un’esperienza cinematografica diversa e forse più impegnativa.

La stessa attrice ha ammesso di essere affascinata dal “fluire dell’esistenza” e di come ciò sia presente nel copione: “Non c’è mai soltanto la tragedia o l’umorismo della vita o la gioia pura. Ci sono gli estremi. Le relazioni hanno estremi. Un momento sei lì a piangere e 20 minuti dopo ti ritrovi a ridere per qualcosa di strampalato. Questo film vuole essere una estremizzazione. Quello in cui la gente può riconoscersi è che si può essere follemente innamorati dello stesso qualcuno che, a volte, si avrebbe voglia di uccidere. Si può essere frivoli e sciocchi, ma anche depressi e infelici con la stessa persona. Sono i flussi e i riflussi di una relazione”.