Scout La Rue Willis è una delle protagoniste dell’esposizione “Impossible 8X8“, mostra in corso alla Hoxton Gallery di Londra. La ventitreenne, secondogenita della ex coppia Bruce WillisDemi Moore, espone insieme ad altri artisti una serie di fotografie realizzate su Polaroid attraverso il software “Instant Lab Universal”, che trasforma immagini digitali immagazzinate su telefonini Apple iOS o Android in foto nel classico formato 8×8 Polaroid.

Il suo progetto in mostra in questi giorni è perfettamente in linea con la campagna femminista #FreeTheNipple (letteralmente “libera i capezzoli”), in cui si fece ritrarre a seno nudo per le strade di New York per sottolineare come, così come in città era possibile mostrarsi in quel modo, parallelamente tali scatti venivano censurati sui social network. Così come in quell’occasione Scout ha voluto affermare il diritto delle donne a esprimersi liberamente con la propria fisicità,  anche adesso indaga nel più nascosto mondo femminile con degli scatti che esplorano la sessualità, le forme del corpo e l’intimità. A conferire maggiore risalto a questo suo progetto artistico, la figlia di Bruce Willis  ha voluto mostrare sè stessa quasi senza veli, indossando un vestitino color carne completamente trasparente. Insomma, l’artista vuole presentarsi  come mamma Demi l’ha fatta, tanto da non nascondere neanche le ascelle non depilate.