Veena Malik, la bomba sexy di origine pachistana, già concorrente del Big Brother indiano ed attrice, fino a pochi giorni fa impegnata sul set di “Mumbai 125 kilometers”, è scomparsa nel nulla.

La notizia è apparsa sul quotidiano “Times of India”, ed è successiva alla denuncia con relativa richiesta di risarcimento da parte della Malik, verso il magazine indiano FHM.

La Malik aveva chiesto i danni di immagine per la pubblicazione, in copertina, di una sua foto in abiti discinti e dove compariva sul suo braccio – secondo l’attrice aggiunto in post produzione – il simbolo dei servizi segreti del Paese d’origine, già sospettati dalle autorità di Nuova Dheli, di essere i responsabili diretti degli attentati di matrice fondamentalista in India.

La scomparsa di Veena Malik è stata denunciata dal regista Hemant Madhukar, al quale è pervenuto l’ultimo sms prima che il telefono mobile dell’attrice risultasse ineluttabilmente non più raggiungibile.

Nel messaggio l’avvenente attrice pachistana, si scusava per aver lasciato le riprese confidando di essere preda di stati di ansia.

L’agente della Malick, Pratik Mehta, ha dichiarato che il suo cellulare non è più attivo dalla scorsa giornata di sabato.

L’immagine, causa delle polemiche sollevate dagli estremisti pakistani e dalla famiglia della stessa Veena Malik, è stata pubblicata sul numero di dicembre di FHM.