Non si ferma Sara Tommasi: dopo l’annuncio della sua presunta storia con l’avvocato Andrea Diprè, la showgirl ormai è tornata alla ribalta anche se, dai video postati sui social, sembra si trovi come qualche tempo fa in uno stato confusionale e poco stabile, conseguenza di un disturbo bipolare. Intervistata dal settimanale “Nuovo“, Sara per la prima volta ha voluto mettere da parte gli eccessi, affrontando argomenti insoliti per lei, come la fede e l’amore per i cari scomparsi:

“Non mi aggrappo a Dio per necessità. Sono una persona molto credente e vado tutte le domeniche in chiesa. Ho i miei angeli che mi proteggono: credo che qualcuno o qualcosa esista e ci protegga. In fondo, ne ho passate tante, se sono qui ci sarà un perché. Non voglio rivangare il passato, ma guardare avanti. Di sicuro il dolore per la morte di mia nonna Angelina è una ferita ancora aperta. La adoravo e so che è lassù che mi protegge, mi guida e mi parla. Ho sofferto molto quando l’ho persa, ma non è stato l’unico dolore. La vita mi ha tolto anche mia zia e mia cugina ed è per loro che ora voglio tornare a vivere al massimo”.

La Tommasi ha, così, colto l’occasione per ringraziare le persone che le hanno dato sostegno nei periodi più bui della sua vita:

“Ho tanti amici e tante persone che mi amano per quella che sono. Nei momenti più bui, Flavio Briatore si è dimostrato un vero amico. Mi è stato vicino anche l’imprenditore e playboy bolognese Paolo Pazzaglia, il mio staff e l’agente Paolo Chiparo. Sara è quella che vedete, senza maschere, senza filtri. Sara è quella che dorme poco e morde la vita”.

Sara conclude affermando che per lei è uno splendido periodo dal punto di vista lavorativo, in quanto ha tante richieste, mentre sembra molto più complicata e indefinita la sua vita privata:

“Dovevo e volevo sposarmi, ma ero indecisa tra il “promesso sposo” e un altro uomo e così alla fine mi hanno scocciata!”.