Dall’ undici di questo mese non trascurate di andare a vedere un film in sala perché la divertente pellicola “I primi della lista” già presentata al Festival Internazionale di Roma – firmata dal regista poco conosciuto in Italia Rohan Johnson, ed interpretata invece da un attore noto nel panorama cinematografico nostrano Claudio Santamaria – sarà distribuita da Istituto Luce in sole venti copie.

Vale proprio la pena non perdersela, perché questa esilarante pellicola ambientata negli anni settanta, racconta una storia particolarmente attuale e che può essere riletta proprio attraverso i fatti politico-sociali che hanno investito il nostro Paese negli ultimi mesi.

Il soggetto sceneggiato trae ispirazione dal racconto biografico pubblicato Renzo Tulli, impersonato dall’attore Francesco Turbanti, il cui esordio è stato accolto con la lode degli addetti ai lavori.

La trama si svolge attraverso il viaggio compiuto da tre studenti del Liceo i quali, sopraffatti dall’inquietudine generata dagli anni segnati della rivoluzione studentesca poi degenerata in quelli che saranno definiti “gli anni di piombo”, decidono di partire da Pisa per raggiungere l’Austria, e presentarsi come rifugiati politici.

Quel giugno del 1970 allo spettatore di oggi non sembrerà un’epoca trascorsa e oramai dimenticata.

Infatti come dichiara Santamaria, che recita nei panni del cantante Pino Masi, il periodo odierno potrebbe spingerci al golpe e poi alla fuga.