Arrivano le prime reazioni alle dichiarazioni che Maria De Filippi ha fornito riguardo alla possibile partecipazioni dei recenti vincitori dell’ultima edizione di Amici al prossimo Festival di Sanremo.

Come si ricorderà la matrona di Mediaset aveva posto una sorta di veto (ma solo a livello di opinione personale) sull’automatismo che vede i giovani artisti usciti dal talent show arrivare – spesso trionfando di nuovo – sul palco del teatro Ariston.

La De Filippi l’ha definita una “rottura di scatole”, ricordando come i suoi protetti nell’ambito della competizione nazionale siano sempre tra i bersagli preferiti della stampa: “ogni volta che i ragazzi di Amici vanno a Sanremo, se vincono è per il televoto, detto in senso dispregiativo. Se vincono altri, sempre con il televoto, è una figata. Per non parlare del ruolo della giuria di qualità.

Ai microfoni dell’Adnkronos la risposta di Giancarlo Leone, direttore di Rai Uno e quindi diretto interessato, che si mostra comprensivo: “”Un pensiero legittimo quello di Maria De Filippi, ma i giovani poi faranno le proprie scelte come è opportuno che sia e come hanno già fatto in passato“.

Tuttavia il dirigente non ha potuto non lasciare una porta aperta ai giovani vincitori (quest’anno i The Kolors e il loro cantante Stash), anche pensando in una logica di audience futuro: “È chiaro che il palcoscenico di Sanremo è utile e importante per tutti i giovani appena famosi e quindi spesso è un passaggio necessario indipendentemente dalla loro vittoria. Spesso poi i ragazzi dei talent al Festival si sono trovati in condizioni molto buone se non addirittura usciti vincitori“.

A intervenire per placare gli animi e tentare di spiegare meglio il pensiero della De Filippi è arrivato Paolo Bonolis, tra i giudici della trasmissione e in passato presentatore a Sanremo: “Maria De Filippi non ha detto una cosa così per caso. Ha parlato a difesa dei suoi ragazzi, tant’è che è stata chiara affermando che non è un discorso contro i direttori artistici del Festival o contro la Rai ma un pensiero generale a tutela dei suoi ragazzi che uscirebbero comunque sconfitti dal palco dell’Ariston, a prescindere che vincano o meno. Probabilmente nell’anno in cui è stata con me sul palco dell’Ariston si sarà resa conto dell’effetto paradosso della partecipazione a Sanremo. Forse il suo pensiero si è formato concretamente proprio lì“.

Nel frattempo è ancora giallo sul prossimo conduttore del Festival di Sanremo, annata 2016. L’annuncio dovrebbe arrivare il 23 giugno, come ha anticipato Leone, ma sembra chiaro che non sarà la De Filippi – scelta sempre paventata ma mai realizzatasi – a ricevere il testimone da Carlo Conti.