Adriano Celentano ha avvertito che non prenderà parte al prossimo Festival di Sanremo – che andrà in onda sulle reti di stato a partire dal 14 febbraio – se Gianmarco Mazzi, il direttore artistico della kermesse canora, non diffonderà pubblicamente le argomentazioni contenute nelle mail ricevute dai vertici Rai relative alla presenza del «molleggiato».Il cantante ha esortato il direttore artistico di Sanremo a rivelare il contenuto dei testi con le parole

cerca una alternativa alla mia partecipazione al Festival e come comunicare una simile c…a.

Adriano Celentano ha divulgato a mezzo del blog personale le sue considerazioni rispetto ad una serie di episodi che lo coinvolgono nella vicenda come, ad esempio, il fatto che le polemiche sarebbero state montate per farsi pubblicità, replicando che

di farmi pubblicità, non solo adesso, ma fin da quando ero un umile orologiaio, non me n’è mai fregato niente

Secondo il molleggiato, infatti, sarebbe stato tutto «finalizzato a giustificare la sua esclusione dal festival» il cui reale motivo andrebbe invece ricercato nel fatto che Adriano Celentano «è un tipo allegro che ha il viziaccio di pretendere la libertà di parola».

Sotto questa prospettiva Celentano ha menzionato la bozza di contratto nella quale veniva affronta la questione del controllo dei testi.

Per Celentano se Mazzi non avesse chiarito le motivazioni reali della polemica non avrebbe partecipato a Sanremo.
Mazzi ha quindi dichiarato che «la Rai aveva bloccato la programmazione dei promo su Celentano» e che Lorenza Lei ha detto «Celentano è fuori».