Piccolo battibecco in sala stampa “Lucio Dalla” al Palafiori di Sanremo, tra una giornalista, Alice Paba, Nesli e il manager dei due, Brando . La giornalista ha rimproverato al manager e, di conseguenza ai due cantanti, la scelta di unire due artisti cosi diversi che non condividevano nulla tra di loro.

“L’idea era quella di fare un brano insieme -ha risposto il produttore dei due – non era di rifare Al Bano e Romina. C’era la necessità di raccontare il brano in questo modo. Da parte di certa stampa c’è stato accanimento. Un giornalista -e dico pure il nome tanto non me ne frega niente- Marco Mangiarotti, ha dato come voto alla canzone zero meno, girava dicendo “in galera”, passava tra i banchi e diceva “in galera”, non è un fatto di critica musicale, non si dice, bisognerebbe dirlo ad altri”.

La giornalista ha controbattuto attaccando duramente la vincitrice di The Voice: “Non mi è piaciuta la tua pretesa del posto a Sanremo. Hai rilasciato interviste questa estate dicendo che ‘è normale  che la vincitrice di The Voice partecipi a Sanremo’”. La cantante ha subito replicato: “Come è ovvio che la vincitrice di Amici o X Factor vada a Sanremo e non capisco come mai The Voice sia passato in secondo piano, nonostante il valore che io metto allo stesso livello di altri talent”.

“Al di là del talent -ha risposto la giornalista- conta anche la personalità, l’artista, la musica, la canzone…”

Sul dibattito è intervenuto Brando: “Cosa vorresti dire, che se a lei in una intervista le è scappato quello che dici tu, a 19 anni, può capitare no? Sarà sembrata presuntuosa, perdonala ma non l’ha fatto per cattiveria. Dare ‘zero meno’ ti sembra corretto?”.

Nesli dal canto suo ha dichiarato: “mi spiace che Alice sia attaccata per un pregiudizio nei miei confronti. Volevamo fosse la musica a parlare”.