Sono passati 4 anni dalla vittoria di Michele Bravi a X – Factor. Il giovane cantante di Città di Castello, dopo un periodo “no” dove i discografici gli avevano chiuso  tutte le porte in faccia e gli avevano detto “Sei finito”, torna alla ribalta del grande pubblico con la partecipazione alla 67esima edizione del Festival di Sanremo con il brano “Il diario degli errori”, una canzone molto autobiografica, ha raccontato a noi e alla collega Nadia Macrì di Fratelli d’Arte Magazine.

“Quando sono uscito da X- Factor -racconta- avevo solo 18 anni ed era il momento della mia vita nel quale dovevo capire chi sono, sia come persona che come artista. La canzone che porto a Sanremo è molto autobiografica, racconterò davanti a tutta Italia i miei errori, le sfaccettature della mia vita anche se mi sono accorto che chi l’ha ascoltata, ad oggi, riesce a trovare anche se stesso all’interno della canzone, quando si dice la magia dell’universalità della musica”.

Nel corso dell’intervista Michele ci ha raccontato i suoi riti scaramantici, la popolarità sui social, a chi dedica la sua partecipazione a Sanremo, qual è la sua nota preferita e tanto tanto altro… .