In quel di Sanremo fervono i preparativi per l’esordio del Festival della canzone Italiana di domani sera e, come quasi sempre accade alla vigilia, vengono svelati i costi della più importante kermesse musicale italiana. La domanda è di rito: “Quanto è costato tutto questo agli abbonati Rai?” e -per i più gossippari “Quanto guadagnano i conduttori?”.

Secondo quanto diffuso dall’Ansa pare che l’intero costo del Festival si aggirerebbe intorno ai 16 milioni di euro, una spesa in linea con quella dello scorso anno.  Il costo sarebbe così ripartito: 5 milioni per la convenzione tra Rai e Comune di Sanremo, 8 milioni “per la rete” e 3 milioni per la produzione televisiva (che comprende i costi industriali).

Ma non solo: nei 16 milioni – e qui torniamo alla domanda di cui sopra-  rientrerebbero anche i cachet degli artisti. A Carlo Conti andrebbero in tasca 550 mila euro (50 mila in più rispetto lo scorso anno), cifra però né confermata, né smentita.  Per Garko, Ghenea e Raffaele, la cifra sarebbe notevolmente più bassa rispetto a quella percepita dal conduttore che, ricordiamolo, è anche direttore artistico. Nulla ancora si sa sugli ospiti internazionali anche se Elton John è in promozione e quindi costa pure di meno. Un festival quindi decisamente low-cost se si guarda a quello che di Fazio dove l’intera macchina costò intorno ai 20 milioni di euro.

E i ricavi? La Rai punta a 6 milioni: secondo Il Sole 24 ore, 5 arriverebbero dalla raccolta pubblicitaria e 1 da entrate commerciali. Ma, come ha detto oggi Giancarlo Leone in conferenza stampa, “per parlare di ricavi è ancora presto”.