La seconda serata del Festival di Sanremo 2015 è stata semplicemente piatta e lenta, sobria come un qualsiasi programma di Rai Uno condotto da Carlo Conti, istituzionale e seria che anche Conchita Wurst è sembrata una tesserata di Azione Cattolica.

La puntata, sfruttando il blocco di anteprima, è iniziata subito con la gara dei giovani che è stata la cosa più ritmata della serata, sfide secche e risultati immediati.

Erano appena le 21.00 e la palpebra iniziava a dare i primi segni di cedimento anche perché, come scelto dal direttore artistico, non possono esserci polemiche e quindi tutto risulta estremamente perfetto e inquadrato da diventare noioso.

Arisa ha perso nel corso della serata quella scanzonaggine che tanto la rendeva simpatica e un po’ borderline è riuscita a sbagliare la gag e sola sul palco la valletta che è in lei si è chiesta “e io cosa faccio ora ?”e pensare che aveva iniziando spiazzando tutti con la domanda “Il momento più emozionante della puntata, a parte la discesa della scala, è stato il ritorno di Al Bano e Romina. Mi domandavo se lui fosse ancora innamorato di lei e mi sembrava di si” .

Emma, più smaliziata dal punto di vista televisivo, ha cercato di scombinare le carte presentando i Soliti Idioti come quelli che “dicono di essere diventati cantanti” o facendo battute sulla sua 21esima posizione al Eurovision Song Contest vinto da Conchita. Vorrei scagliare una lancia a favore della Marrone che questa sera ha dovuto sopportare: la presenza di Conchita nemica all’Eurovision, Zanetti che ha scelto Chiamami ancora amore come sua canzone del cuore e che a Emma è costata la vittoria al festival e vedere Moreno a cui ha fatto da Direttore Artistico ad Amici essere in gara mentre lei è valletta.

Rocio non pervenuta.

Per quanto riguarda le canzoni non si possono rilevare molte novità, tutte rispecchiano la storia del cantante dall’amore di Anna Tangelo al rap di Moreno, dalla canzone Bocelliana de Il Volo al versione moderna di Cochi e Renato dei Soliti Idioti che vien da chiedersi se ai cantanti piace vincere facile.

Il Volo ha portato una canzone molto giusta per il loro tipo di pubblico e musica ma l’outfit ricordava Matteo Renzi ad Amici e l’atteggiamento era quello degli Italians.

Charlize Theron si è prestata a condividere la sua playlist dell’i-pod e raccontarci la sua idea di matrimonio: “Mi piace l’idea di un rapporto duraturo ma l’idea dell’abito bianco non mi interessa. Per la storia giusta e importante però chi lo sa?” . Conti riesce a strappargli un bacio con una mossa da bomber (dicono quelli gggiovani): “Tutti gli uomini italiani mi hanno chiesto di darti un bacio”.

Angelo Pintus ha riempito il forum di Assago ma a Sanremo non ha convinto anche se ritengo che il suo pezzo non sia stato così pessimo come si legge nei social.

L’ospitata di Biagio Antonacci, sembrava scritta da Maria De Filippi e sospetto che Zanforlin uno zampino lo abbia messo, ha raccontato la storia musicale del cantante in una chiacchierata tra due 50enni che hanno ricordato i tempi in cui facevano i ggiovani.

Clicca qui e scopri la diretta live con cronaca, foto e commenti minuto per minuto della seconda serata di Sanremo 2015.