Gli Spandau Ballet sono l’ultimo nome aggiunto al tabellone dei superospiti previsti al Festival di Sanremo 2015. La kermesse musicale che prende il via domani sera si presenta con un menù sempre più ricco e con degli ospiti in grado di accontentare i gusti più variegati. Con gli Spandau Ballet si va a far felici in particolare i nostalgici delle sonorità anni Ottanta. La band capitanata da Tony Hadley ha raggiunto infatti l’apice della sua popolarità proprio in quel decennio, grazie a pezzi ancora oggi storici come “True”, “Through the Barricades” e “Gold”. Con gli Spandau Ballet la serata di giovedì 12 febbraio suonerà quindi all’insegna del revival anni ’80. Per il gruppo inglese “rivale” dei Duran Duran si tratta di un ritorno a quasi 30 anni di distanza sul palco dell’Ariston, dove furono tra gli ospiti più prestigiosi nell’edizione del 1986 insieme a Sting, Prefab Sprout e Fine Young Cannibals. Si tratterà anche di una bella occasione per il pubblico più giovane, che magari conosce Tony Hadley più che altro grazie alla collaborazione con Caparezza sul brano “Goodbye Malinconia”, per scoprire una delle band simbolo degli anni Ottanta.

Non solo Spandau Ballet, comunque. Carlo Conti per la sua prima edizione del Festival di Sanremo ha pronti un sacco di ospiti tra i più differenti. Sul fronte degli italiani sono molto attesi Tiziano Ferro, Biagio Antonacci, Gianna Nannini, la Premiata Forneria Marconi, Giovanni Allevi, Pino Donaggio e gli evergreen Al Bano & Romina Power, oltre ai comici Alessandrio Siani e Giorgio Panariello, al ciclista Vincenzo Nibali e all’allenatore della Nazionale Antonio Conte. Tra i nomi internazionali, a Sanremo si attendono gli arrivi del rapper e attore Will Smith insieme all’affascinante Margot Robbie, della diva Charlize Theron e della cantante/drag queen Conchita Wurst. Per i più giovani i nomi maggiormente attesi sono invece quelli del cantautore britannico Ed Sheeran, della band pop-rock americana Imagine Dragons e del gruppo rivelazione Saint Motel, celebre in radio per il pezzo tormentone “My Type”. Tra i nomi vociferati, ma non ancora confermati, ci sono anche quelli di Andrea Bocelli e Giorgia, mentre si fanno sempre più insistenti le indiscrezioni che parlano di una comparsata di Fiorello. In attesa di scoprire nelle prossime ore e nei prossimi giorni se queste voci si riveleranno fondate, il Festival di Sanremo 2015 sembra avere in mano già tante carte vincenti. Carlo Conti riuscirà davvero nell’ardua impresa di accontentare tutti i tipi di pubblico?