Max Gazzè racconta le novità di questa 63° edizione di Sanremo e come, da cantante in gara, vive la scelta artistica di portare sul palco due canzoni, solo una delle quali, scelta dalla giuria, continuerà il cammino verso l’ultima serata di sabato.

“Un’occasione in più per mettere al centro del Festival della Canzone Italiana la musica, come da sempre avrebbe dovuto essere, ma anche un modo per tirar fuori due diverse interpretazioni di uno stesso artista” dichiara Gazzè che parla quindi dei suoi due brani: “Sotto casa”, quello che preferirebbe proseguisse la corsa verso il podio, e “I tuoi maledettissimi impegni”.

E tra una dichiarazione e l’altra si finisce a parlare di religione, ateismo e dimissioni del Papa. Il nostro “cantante con i baffi preferito” non lo facevamo così chiacchierino!

Guarda anche la divertente intervista di Elisa D’Ospina a Max Gazzè.