Sandra Milo si scaglia contro la sua imitazione fatta da Virginia Raffaele: l’attrice dice che dopo Sanremo ha pianto mentre ora è diventata offensiva. Sandrocchia torna a criticare le performance di Virginia Raffaele dopo essersi vista in Facciamo che ero io, il varietà di Rai 2 condotto dalla comica romana. Sandra Milo  decide di raccontare il suo disagio nel veder il personaggio interpretato da Virginia Raffaele durante una sua ospitata a Pomeriggio 5 da Barbara d’Urso:“Virginia non ha il senso dell’ironia. Già l’imitazione di Sanremo non era divertente, non parliamo poi dell’ultima: mi veniva da piangere, era tristissima. E questo per una comica è una cosa imperdonabile”. 

Barbara d’Urso blocca lo sfogo della musa di Fellini ammettendo di non aver seguito il one woman show di Virginia Raffaele ma Sandra Milo afferma: “Meglio così, è stata una cosa di una malinconia unica. Imitare ha senso se fai ridere, se sei ironico, se cogli un aspetto del personaggio che interprete che è poco evidente, ma che lo caratterizza”.

Il personaggio di Sandra Milo interpretato da Virginia Raffaele consisteva in alcuni brevi filmati dove l’attrice, fuori dai cancelli di Cinecittà, si chiedeva dove fosse finito il cinema italiano degli anni ’60 non rendendosi conto del tempo passato e concluso.

Virginia Raffaele, proprio per rispetto dell’attrice, aveva modificato il personaggio rispetto alla sua prima esibizione durante il Festival di Sanremo 2017 quando la comica aveva portato sul palco dell’Ariston una Sandra Milo leggera verso l’amore. Sandrocchia, sempre da Barbara d’Urso, offesa in lacrime aveva rimproverato: “Non si devono fare frasi sessiste sulle donne, specie in un momento così brutto, in cui gli uomini le ammazzano senza pietà”. Una telefonata tra le due attrici aveva riparato l’offesa, succederà nuovamente?