Da qualche settimana il nuovo singolo di Samuele Bersani “En e Xanax”, in radio dalla fine di agosto, è tra i preferiti su Youtube in Italia.

Un brano autobiografico e forse il più “dalliano”, la prima vera canzone d’amore che racconta l’incontro casuale con una ragazza proprio sotto casa di Lucio Dalla, poi diventata una relazione importante che il cantante si è pure tatuato sul braccio. “Abbiamo capito assieme che tenere dentro i demoni non serve e ci siamo confidati tutto, anche che nei momenti più bui usavamo ansiolitici” e da qui l’idea del titolo.

La canzone che fa parte del suo ultimo album “Nuvola Numero Nove” e il cui video è interpretato da Camilla Semino Favro e Alessandro Sperduti, che ricalcano il testo in una tenera e litigiosa storia d’amore, tra risa e lacrime (foto by InfoPhoto).

“Nuvola Numero Nove” è un disco ispirato a Dalla, un progetto discografico che nasce in tutto e per tutto nel segno del grande Lucio. Proprio il cantautore recentemente scomparso fu mecenate e promotore di Berani, lo scoprì nei locali di Bologna, finanziando la sua carriera dagli albori.

Nuvola Numero Nove è quindi l’omaggio di Bersani al suo maestro, nonché ispiratore, che è stato registrato proprio negli studi della Pressing di Dalla a Bologna. Bersani si riaffaccia sulla scena discografica a distanza di oltre quattro anni da “Manifesto Abusivo”, fatta esclusione per la parentesi sanremese che nel 2012, con un disco sintomatico.

Il titolo del disco riprende infatti un pezzo che si chiama “Cloud 9″, termine che in inglese sta per settimo cielo, fotografia dello stato d’animo di Samuele, che sta vivendo un momento di serenità.

Le nuove canzoni raccontano storie, parlano di rivoluzione e lanciano messaggi. Tra i brani: “Chiamami Napoleone” e “D.A.M.S.” e poi ancora “Complimenti”, “Desire’e”, “Ultima chance”, “Settimo cielo”, “Reazione umana”, “Spia polacca” e “Il re muore”.

I cui testi rappresentano con cura e sensibilità l’anima di un nuovo percorso e di una nuova “indagine” dell’ artista raccontati con estrema poesia.

Ecco il video di “En e Xanax”: