Che Samuel L. Jackson fosse un attore particolarmente associato al turpiloquio colorito, veemente ed esilarante è cosa nota dalla sua leggendaria performance in Pulp Fiction di Quentin Tarantino.

In parte questa abitudine è un modo che l’interprete ha trovato per superare la propria balbuzie, ma si tratta anche di un’associazione che negli anni è rimasta impressa alla figura dell’attore.

In questo filmato montato da Oliver Noble e Ben Craw per l’Huffington Post vediamo una gran parte (171) dei “motherfucker” proferiti dall’attore nella sua lunga carriera (qui 27 film in esame). È un bel lavoro compilatorio che ricorda il video in cui venivano contati tutti i “fuck” di The Wolf of Wall Street, o le uccisioni in video operate da Arnold Schwarzenegger.

Prima della lista dei film compresi nel video vi offriamo un altro saggio dell’irascibilità di Samuel L. Jackson, che se non altro quando interpreta Nick Fury nelle pellicole Marvel fa qualche sforzo per trattenersi.

  • School Daze (1988) 
  • Jungle Fever (1991) 
  • Strictly Business (1991) 
  • Menace II Society (1993) 
  • True Romance (1993) 
  • Fresh (1994) 
  • Pulp Fiction (1994) 
  • Die Hard With a Vengeance (1995) 
  • Hard Eight (1996) 
  • The Great White Hype (1996) 
  • The Long Kiss Goodnight (1996) 
  • Jackie Brown (1997) 
  • The Negotiator (1998) 
  • Rules of Engagement (2000) 
  • Shaft (2000) 
  • Formula 51 (2001) 
  • Basic (2003) 
  • In My Country (2004) 
  • Freedomland (2006) 
  • Snakes on a Plane 
  • Black Snake Moan (2006) 
  • Soul Men (2008) 
  • Arena (2011) 
  • Meeting Evil (2012) 
  • Django Unchained (2012) 
  • Oldboy (2013) 
  • RoboCop (2014)

Foto credit: Warner Bros