Salvini contro Fedez o Fedez contro Salvini, difficile riuscire a capire dove tutto sia iniziato. Ieri, dal palco del raduno di Pontida, il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, durante il suo discorso, ha citato anche il rapper milanese: la sua dichiarazione è ovviamente stata postata anche sull’account Twitter ufficiale del leader del Carroccio, che stava seguendo l’evento live. Una citazione, quella rivolta a Fedez che non è passata inosservata, neppure al diretto interessato, che è stato taggato all’interno del tweet:

https://twitter.com/Fedez/status/612606212522311680

Come si può leggere sotto il tweet di Salvini contro Fedez, il rapper ha subito risposto per le rime al tweet e ha anche pubblicato un post su Facebook, in cui ha scritto: “Ma se Salvini non mi nomina una volta al giorno non è contento? Ieri insultato gratuitamente a Pontida, oggi pure.A questo punto è amore…Ma pensare a fare il politico al posto che scatenare volutamente minacce di morte e insulti razzisti di elettori esaltati sulla mia pagina? Io scrivo canzoni e non posso neanche permettermi di vessare personaggi politici in questo modo che poi mi becco le querele da mezzo milione di euro (vedi Gasparri), i problemi del paese sono altri e i miei fan non minacciano di morte nessuno.SE QUESTE SONO LE PRIORITÀ DEL PAESE siamo a posto!“.

Il botta e risposta di Salvini contro Fedez e di Fedez contro Salvini è poi andato avanti con altri tweet e post su Facebook: Matteo Salvini ha pubblicato un altro messaggio indirizzato al rapper e lui sui Twitter ha cinguettato: “Ma se Salvini non mi nomina una volta al giorno non è contento?“. In realtà lo “scontro” tra i due sembra sia nato dopo le manifestazioni NoExpo che hanno infiammato la città di Milano e che avevano creato polemiche nei confronti di Fedez, accusato di aver appoggiato e addirittura fomentato le violenze scatenate dai black bloc.

https://twitter.com/matteosalvinimi/status/612975154755452928