Sorprendente svolta al femminile, quella intrapresa dalla MGM per il tanto chiacchierato remake del cult action degli anni ’80 Il duro del Road House: al posto del compianto Patrick Swayze dovrebbe infatti comparire l’affermata Ronda Rousey.

La campionessa di Mixed Martial Arts è ormai da tempo una costante delle produzioni action più lungimiranti come The Expendables 3 e Fast & Furious 7, in cui le sue relativamente poco sviluppate doti recitative vengono ampiamente coperte dalle straordinarie performance fisiche.

Un po’ lo stesso cammino intrapreso da Gina Carano, che però ha avuto un maestro-regista di tutto rispetto come Steven Soderbergh, che l’ha diretta e lanciata definitivamente in Knockout – Resa dei conti: l’attrice-atleta, che tra l’altro ha sfidato sul ring la Rousey, sarà presto protagonista di Kickboxer: Vengeance e l’atteso Deadpool.

Ma torniamo al remake de Il duro del Road House, che nel 1989 rivelò senza ombra di dubbio le capacità atletiche di Patrick Swayze, il quale due anni prima aveva sfondato con il musical romantico Darty DancingL’entrata in produzione di questo rifacimento inusuale dovrebbe avvenire all’inizio del 2016. Nel frattempo Ronda Rousey ha dichiarato di voler rispettare la memoria dell’attore, scomparso a settembre del 2009 per un cancro al pancreas, e ha effettivamente contattato la vedova Lisa Niemi chiedendole la sua benedizione, elargita senza problemi.

A quanto sembra da alcune indiscrezioni tra i prossimi progetti della Rousey dovrebbe esserci anche un film prodotto dalla Paramount Pictures basato sulla sua autobiografia (il volume bestseller My Fight / Your Fight). La notizia non è stata ancora confermata ufficialmente, ma ci sarebbe già al lavoro uno sceneggiatore incaricato di adattare il libro.

L’attrice-atleta è diventata famosa per il modo in cui riesce a tenere separate le due carriere, quella cinematografica e quella sportiva: a fine luglio ha infatti combattuto in Brasile, dove ha sconfitto la sua avversaria in soli 34 secondi, e solo dopo il match ha iniziato a discutere dei dettagli dei due progetti che la vedono protagonista. Il tutto mantenendosi in forma smagliante, come si addice a una vera professionista.