Romina Power racconta gli anni della sua adolescenza vissuta a Roma tra festini con droga, sesso e vita al limite fino all’amore con Al Bano. Una vita sregolata e piena di vizi quella confessata da Romina Power nell’ultima intervista rilasciata al settimanale Panorama, diretto da Giorgio Mulè, che racconta una certa società romana degli anni 60.

Romina Power racconta che a 15 anni ha partecipato a un festino a base di droghe a Villa Medici, nel cuore di villa Borghese: “Eravamo tutti fatti di Lsd. Ricordo che a un certo punto camminavamo in fila sopra il muro torto che separa la casa da Villa Borghese”.

Una gioventù che l’ha vista protagonista di una serata di droga e sedute spiritiche con Paul Mc Cartney dei Beatles: “Sono stata a casa di Paul McCartney, ai tempi fidanzato con Jane Asher. Abbiamo fumato marijuana con mia sorella Taryn, tredicenne, che non aveva mai provato”. “Poi tutti in cerchio ci siamo messi a fare una seduta spiritica”.

La Roma vissuta da Romina Power è quella del sesso libero, della promiscuità, delle notti del Piper  è terminata con l’incontro della cantante con uno degli uomini più importanti della sua vita: Al Bano Carrisi. L’attrice e cantante inizialmente non aveva nascosto la sua vita libertina e il leone delle Puglie non era per niente contento: poi l’amore e un’indelebile rapporto di 30 anni: “[L’amore, ndr] non finisce. Ma avevo bisogno di vivere la mia vita. (…) Trent’anni che sono stati come sessanta: (…) mai un attimo distanti. (…) Io volevo scendere dalla giostra ma non mi veniva permesso”.

Romina Power sulle nozze tra Al Bano e Loredana Lecciso dice: “Non mi risulta che siano in vista. (…) In ogni caso credo che non mi inviteranno mai”.