Nelle ultime settimane non fa che parlarsi di Ylenia Carrisi, primogenita di Al Bano e Romina Power, scomparsa misteriosamente ventidue anni fa. La vicenda è tornata velocemente alla ribalta dopo la confessione di Al Bano in una delle ultime puntate di  ”Chi l’ha visto?” in cui ha rivelato di aver inviato i suoi campioni genetici in America affinchè possano essere confrontati con quelli di una ragazza uccisa da un camionista serial killer e ancora non riconosciuta.

In attesa dei risultati i rotocalchi italiani non potevano che scatenarsi nuovamente sul caso, ma la Power sembra non l’abbia presa bene tanto da infuriarsi scrivendo una lettera aperta alla stampa. Parole dure quelle della cantante, pubblicate in esclusiva dall’Ansa:

“Cara stampa, torno in Italia per rimanere paralizzata davanti ad un’edicola. Ci sono tante disgrazie nel mondo quotidianamente, ma, consapevolmente speculare sul dolore altrui, lo trovo la più grande bassezza. Si dà per certo ciò che non lo è, pur di fare del becero sensazionalismo, pur di vendere e guadagnare qualche sporca moneta”.

L’ex compagna di Al Bano si rivolge, così, a cuore aperto ai giornalisti, lanciando il suo personale appello affinchè vengano spenti i riflettori su una vicenda tanto dolorosa:

“Chi compila quelle ‘notizia’ avrà pure una famiglia – avrà pure un po’ di empatia, come si fa a non avere più cuore? Un cuore per una famiglia che soffre da anni. Basta speculazioni! Basta attività! Una madre chiede, anzi impone, il silenzio stampa. Per mia figlia, la mia Ylenia Carrisi. Basta!”.