Tra i progetti interni al Festival Internazionale del Film capitolino menzioniamo il New Cinema Network (NCN). Di cosa si tratta?

Il New Cinema Network si configura come elemento di supporto per il nuovo cinema indipendente. Si tratta, dunque, di un mercato di co-produzione in cui gli autori, selezionati tra i talenti internazionali più interessanti del panorama cinematografico, hanno a disposizione una piattaforma ideale per presentare i loro nuovi progetti ed entrare in contatto con i più importanti esponenti dell’industria cinematografica europea.

Quasi il 50% dei progetti selezionati da NCN nel corso delle passate edizioni, infatti, sono ad oggi film completati o in fase di riprese o post-produzione.

Citiamone alcuni: Io sono Li di Andrea Segre e Another Silence di Santiago Amigorena, entrambi presentati a Venezia 2011 nell’ambito delle Giornate degli Autori; L’Uomo che verrà di Giorgio Diritti (presentato e premiato a Roma nel 2009), Simon Konianski di Micha Wald, Life in One Day di Mark de Cloe, Illegal di Olivier Masset-Depasse e La Mirada Invisible di Diego Lerman (selezionati alla Quinzaine des Réalisateurs 2010), Il canto di Paloma di Claudia Llosa, nel 2008 Orso d’Oro a Berlino e candidato come miglior film straniero agli Oscar. Durante l’edizione 2012 NCN torna a presentare le sue due sezioni tradizionali: NCN Focus Europe, concentrata sui progetti di opera seconda di registi europei emergenti, e NCN – Circuit, volta al sostegno dei progetti più interessanti da tutto il mondo che siano in una più avanzata fase di sviluppo, con progetti selezionati in collaborazione con Cinéfondation L’Atelier, Film London Production Finance Market, Sundance Feature Film Labs, Screen Institute Beirut, Rotterdam CineMart e Sarajevo CineLink.