È arrivata la conferma ufficiale: il Festival Internazionale del Cinema di Roma si farà dal 9 al 17 novembre, in barba a tutti coloro che hanno protestato e chiesto uno spostamento.

La decisione è arrivata ieri, 9 maggio, al termine del cda che ha visto incontrarsi i rappresentanti della kermesse romana e quelli del Torino Film Festival.

A nulla sono valse le proteste degli organizzatori del Festival di Torino, che chiedevano l’anticipazione di almeno una settimana per fare in modo che i due festival non fossero troppo vicini, impedendo, di fatto, a chi volesse, di poter prendere parte ad entrambe le manifestazioni.

Duro il commento di Marco Müller, nuovo direttore artistico del Festival di Roma, alla fine della riunione:

Non credo ci fosse bisogno dell’incontro al ministero dei Beni culturali. Esistono tante situazioni in cui due festival possono tranquillamente convivere. La più eclatante? Montreal finisce il 3 settembre e Toronto inizia il 6. Se avessimo confermato le date di ottobre, poi, saremmo andati contro il festival di Pordenone, che secondo me è il più importante d’Italia dopo Venezia.

Da Torino sono arrivate risposte indignate: Maurizio Braccialarghe, assessore alla Cultura del Comune di Torino, invita tutti coloro che, come lui, si oppongono a questa prevaricazione di boicottare il Festival di Roma e provare, così, a dare una chance di sopravvivenza al Torino Film Festival.