All’anagrafe è registrato con il nome di Camillo Ferdinando Facchinetti ma tutti lo conosciamo come Roby, la storica voce dei Pooh ed oggi compie 70 anni. Il soprannome ha origini lontane che provengono dalla sua infanzia: venne soprannominato “Roby” proprio da bambino, termine che deriva dalla parola bergamasca robì, cioè piccolino, per via della sua gracile corporatura.

La sua carriera musicale ha inizio nel 1958 con il suo primo gruppo, “I Monelli”, complesso con il quale si esibisce nelle balere della provincia. Nel 1964 si unì al gruppo Pierfilippi e Les Copains e inizia a girare l’Italia, fin quando una sera allo ‘Sporting Club’ di Bologna il gruppo suona insieme ai Pooh. Inutile dire che dopo quell’esibizione Roby si unì agli altri componenti della band per sostituire Bob Gillot e con loro sarebbe rimasto per ben 28 anni. Dei Pooh, uno dei più importanti complessi musicali che hanno davvero segnato la storia della musica del nostro Paese, vengono ricordate cantoni evergreen e grandi successi intramontabili come Piccola Katy, Tanta voglia di lei, Pensiero, Noi due nel mondo e nell’anima, Dammi solo un minuto, Chi fermerà la musica, Uomini soli, La donna del mio amico, Dimmi di sì e tante altre.

Proprio quest’anno è uscito il suo terzo cd di inediti, Ma che vita la mia”, pubblicato più di 20 anni dopo il precedente lavoro da solista. L’album contiene gli ultimi brani nati dalla collaborazione tra Roby Facchinetti e Valerio Negrini, fondatore e storico paroliere dei POOH scomparso un anno fa. Forse di Roby Facchinetti non tutti conoscono tre piccole curiosità. Nel 1986, per esempio l’allora Presidente della Repubblica italiana, Francesco Cossiga, gli conferì il titolo di Cavaliere della Repubblica Italiana. Facchinetti, inoltre, fa parte del consiglio di amministrazione della SIAE ed è il musicista di riferimento della Roland, l’azienda leader degli strumenti musicali elettronici e digitali.

Una vita dedicata alla musica, passione trasmessa anche al figlio Francesco, noto ai più come Dj Francesco. La sua è una carriera, una delle più invidiabili, che dura da più di 55 anni e che ha dato un enorme contributo alla storia della musica italiana. Buon compleanno Roby.

Foto by InfoPhoto