Com’è giusto che sia, la famiglia di Robin Williams sta cercando di affrontare come meglio può la dolorosa perdita di un proprio caro, tanto più se avvenuta in circostanze tragiche come può essere un suicidio.

E mentre sua figlia Zelda ha dovuto cancellare il suo account Twitter, a causa di utenti che le hanno inviato immagini di pessimo gusto (qui tutti i dettagli della notizia), sua moglie Susan ha deciso di porre fine al proprio silenzio e di rilasciare alcune dichiarazioni alla stampa. La notizia che ha colto tutti di sorpresa è che Williams era affetto dal morbo di Parkinson – o meglio, aveva iniziato a manifestarne i primi sintomi.

Susan ha dichiarato che suo marito non si sentiva ancora pronto a parlare pubblicamente della sua malattia. Qui potete leggere la nota completa che ha affidato alla stampa:

Robin ha trascorso la maggior parte della sua vita ad aiutare gli altri. Sia quando stava sul palco, in tv o al cinema, sia all’estero con le truppe o a confortare un bambino malato. Voleva che ridessimo e che avessimo meno paura. Da quando se n’è andato tutti coloro che hanno amato Robin hanno trovato un po’ di conforto nella straordinaria dimostrazione di affetto e ammirazione che avevano per lui milioni di persone la cui vita ha toccato. La sua più grande eredità, oltre ai suoi tre figli, è la gioia e la felicità che ha dato agli altri, particolarmente a coloro che combattevano battaglie personali. La sobrietà di Robin era intatta e lui era coraggioso mentre lottava contro la depressione, l’ansia e anche i primi sintomi del Parkinson, di cui non era ancora pronto a parlare pubblicamente. È nostra speranza che alla luce della morte di Robin, altri possano trovare la forza di cercare la cura e il sostegno di cui hanno bisogno per qualunque battaglia stiano affrontando in modo che possano avere meno paura“.

photo credit: Steve Rhodes via photopin cc