Una vita passata davanti alla pellicola cinematografica, ma non sempre la notorietà è sintomo di successi e di star bene. Gli esempi di attori con una vita privata tormentata sono tantissimi, di altri che hanno vissuto e convissuto con depressione e dipendenze varie anche. E Robin Williams non è stato da meno: oltre alla depressione, che pare l’abbia condotto fino al suicidio, l’attore americano ha combattuto molto nel corso della sua vita con la dipendenza dall’alcol.

Era notizia solo del 2 luglio scorso del suo nuovo ricovero in clinica proprio a causa dei problemi di alcolismo. L’attore, che era finito nella lussuosa clinica Hazelden Addiction Treatment Center del Minnesota, avrebbe dovuto seguire un rigido programma per uscire definitivamente dalla dipendenza. Anche perché, per lui, si trattava del terzo ricovero per tentare una riabilitazione per problemi di alcolismo: la prima era stata negli anni ottanta dopo la morte dell’amico John Belushi, il secondo nel 2006. Sembrava si fosse completamente ripreso, anche se una foto su Facebook postata qualche mese fa lo ritraeva molto smagrito. Quella dell’ultimo ricovero in ospedale per alcolismo fu notizia smentita dal suo entourage, per il quale si trattava soltanto di un periodo di cure.

LO SPECIALE DI LEONARDO.IT:

Robin Williams morto: l’addio su Twitter di colleghi e fan

Robin Williams alcolismo: tre ricoveri e una battaglia mai vinta

Robin Williams Oscar: tutti i successi e la vittoria per Will Hunting, il video

Robin Williams frasi celebri: gli aforismi di John Keating, insegnamenti di vita

Robin Williams morto: il grande attore trovato senza vita nella sua abitazione

Robin Williams morto: riposa in pace Capitano, ci mancherai

Robin Williams morto: il presagio e il commiato di Jack Charles Powell