Tutti conoscono il leggendario attore Robert De Niro, ma in pochi sapranno qualcosa riguardo al padre di questi, Robert De Niro Sr.

Per questo motivo l’interprete di classici come Toro scatenato, Il cacciatore e C’era una volta in America ha fortemente voluto e prodotto un documentario che rendesse giustizia all’opera del genitore, pittore della New York degli anni ’50.

Il film si intitola Remembering the artist Robert De Niro, Sr., è stato realizzato dalla cineasta Perri Peltz e da Geeta Gandbhir, montatrice, ed è stato presentato in anteprima europea nel nostro Paese, durante una proiezione che si è tenuta a Roma. La pellicola verrà poi trasmessa da Sky Arte a partire dal 28 dicembre.

De Niro Sr., anche scultore, è stato uno degli artisti più promettenti degli anni del dopoguerra, sperimentando sia tratti espressionisti che astratti, mantenendo sempre una certa riconoscibilità figurativa. Apprezzato dalla critica durante la prima parte della carriera, con l’avvento della Pop Art e di una nuova sensibilità avrebbe messo in ombra una carriera artistica di tutto rispetto. Il padre dell’attore, che aveva dichiarato la propria omosessualità e che aveva avuto relazioni anche con il collega Jackson Pollock e lo scrittore Tennesse Williams, è morto nel 1993 per un cancro alla prostata.

De Niro Jr. è noto per la grande riservatezza ed è sempre stato molto restio a parlare della propria famiglia. Il documentario è nato dal desiderio di conservare l’eredità artistica del padre per i propri figli e per un senso di rimpianto dovuto a un legame che avrebbe potuto essere più saldo. L’interprete si è dichiarato molto soddisfatto del risultato finale del film, che utilizza anche stralci dei suoi diari e materiali provenienti dalla collezione di famiglia, e ha affermato che gli sarebbe piaciuto poter chiedere al padre un parere su questo omaggio, arrivato purtroppo in maniera postuma.

Photo credit: Shutterstock