È stato un cancro a strappare alla vita a soli 47 anni Robert Miles, nome d’arte di Roberto Concina. Dj e produttore di musica elettronica, svizzero con origini italiane, diventò famoso negli anni ’90 grazie alla sua hit Children, che divenne un successo mondiale grazie ai 5 milioni di copie vendute.

Di particolare successo anche l’album di debutto Dreamland – un altro milione di copie in Europa e mezzo tra Canada e Stati Uniti – che fece conoscere la sua versione del sottogenere trance sulla scena.

Nato in Svizzera ma tornato a Udine da piccolo, aveva adottato il primo pseudonimo di Roberto Milani per lavorare in una radio amatoriale. Per seguire la sua passione si era poi trasferito a Londra, Los Angeles, Berlino e in ultimo Ibiza, dove è scomparso.

Sei in tutto gli album pubblicati nel corso della sua carriera, che gli hanno fruttato numerosi premi, tra cui un World Music Award e un Brit Award.

Lo ricordano i colleghi dj, tra cui Joe T Vannelli, che in un tweet ha espresso il proprio rammarico: “ La tragica notizia della scomparsa di un grande talento e artista del nostro tempo, mi rende incredulo e sconvolto. Con lui se ne va anche una parte della mia vita di produttore artista”.

https://www.instagram.com/p/BT5XXzEj5r8/

Anche l’amico Mario Fargetta lo ha voluto ricordare: “Sono stato il primo a suonare la tua Children a Radio Deejay. Non riesco ancora a crederci. Robert Miles R.I.P.”.