Robert Downey Jr. pare proprio essere in combutta con la Marvel allo scopo di fare impazzire i fan della Casa delle Idee. Le ultime voci riguardo alla sua partecipazione al terzo capitolo della saga di Capitan America, poi, hanno scatenato un’isteria ermeneutica degna dei migliori cospirazionisti.

Ma andiamo con ordine. Solo qualche giorno fa l’attore più pagato di Hollywood aveva continuato il proprio balletto riguardo al suo eventuale coinvolgimento in un Iron Man 4: l’ultimo passo di danza prevedeva un diniego, seguito poi dall’annuncio di grossi piani da parte della casa di produzione.

Ora si è finalmente compreso a cosa alludesse l’interprete del geniale miliardario Tony Stark, ovvero il suo ingresso nel cast di Capitan America 3. Tutti i lettori più attenti sanno bene che l’evento più spettacolare che ha visto protagonisti i due supereroi, tra i molti crossover della Marvel, è stato sicuramente Civil War.

In questa saga Iron Man e il suo amico a stelle e strisce si sono affrontati a muso duro alla guida di due fazioni nate dopo il cosiddetto Atto di Registrazione dei Superumani, un censimento coatto delle attività degli eroi in calzamaglia. Lealista al governo Stark, obbediente solo ai propri ideali Steve Rogers: i setti numeri del fumetto scritto da Mark Millar hanno avuto ripercussioni piuttosto serie e tragiche sul mondo dei supereroi.

Ma il mistero si infittisce, perché Capitan America 3 potrebbe rappresentare solo un prologo all’azione che verrebbe sviluppata in Avengers 3, così come l’ispirazione potrebbe derivare da una nuova saga. La Marvel infatti ha annunciato che nel 2015 Civil War tornerà in edicola e tutti si stanno chiedendo se si tratti di una semplice riedizione o di una nuova storia.

Nel frattempo noi ci accontenteremmo di poter vedere al cinema I guardiani della galassia o il futuro secondo episodio degli Avengers…

Foto: Marvel - Steve McNiven.