Robert De Niro vestirà i panni di Enzo Ferrari, l’imprenditore, ingegnere e pilota automobilistico italiano di Modena, fondatore del mitico cavallino rampante, uno dei fiori all’occhiello del Made in Italy. Il film sarà una biografia incentrata sulla vita di Ferrari e tenterà di raccontare il periodo che va dal dopoguerra agli anni Ottanta (Ferrari si è spento nel 1988), ossia dalla nascita della casa automobilistica Ferrari fino alla morte del suo fondatore.

Non si tratta della prima volta che Enzo Ferrari viene interpretato su grande schermo. Era già accaduto nel film Grand Prix di John Frankenheimer (del 1966) ma quella volta, a vestire i panni del mitico Ferrari, era stato Adolfo Cieli. Trasferendoci su piccolo schermo, invece, ricordiamo la mini serie in due puntate, trasmessa da Canale 5 nel 2003 e intitolata appunto Ferrari, interpretata da Sergio Castellitto.

In attesa di avere maggiori particolari sul biopic di Enzo Ferrari interpretato da Robert De Niro, il film è in cerca di un regista. L’attore, intervistato da Il Messaggero, si è detto assolutamente entusiasta di recitare nel ruolo dell’imprenditore italiano: “Per me è un onore e una gioia raccontare la vita di un uomo fuori del comune che rivoluzionò il mondo dell’automobile e attraversò periodi storici e sociali diversi, dal fascismo alla democrazia, dalla guerra al benessere economico“.

A dirigere il film potrebbe essere chiamato un mostro sacro della regia, Clint Eastwood, che non ha mai lavorato con Robert De Niro. L’attore, oltre a recitare nella pellicola, dovrebbe esserne anche il produttore, grazie alla sua Tribeca Film. Se tutto questo dovesse realizzarsi davvero, le aspettative dei cinefili non saranno deluse di certo.