Rihanna al centro di un nuovo ciclone mediatico, ancora una volta. Dopo le voci di plagio musicale del suo nuovo pezzo “Bitch Better Have My Money” che somiglia in maniera sospetta a “Betta Have My Money” di tale Just Brittany, dopo la sua tormentata storia d’amore con il cantante Chris Brown e dopo le voci di un presunto flirt con l’attore Leonardo DiCaprio, adesso scoppia lo scandalo droga.

Rihanna sta facendo discutere nelle ultime ore per un video che è circolato sul web, ma che ora è stato prontamente rimosso. Nelle immagini del video si vedrebbe la popstar della Barbados in compagnia di un gruppo di amiche durante una festa privata che si è tenuta nel backstage del Festival di Coachella.

Nel video, pare che Rihanna sia stata pizzicata mentre faceva uso di cocaina. La cantante però ha prontamente respinto le accuse nei suoi confronti e si è difesa dichiarando che stava soltanto preparando una sigaretta con cartina e tabacco.

Rihanna ha infatti replicato sui social network: “Qualsiasi idiota può vedere che in quel video mi sto semplicemente facendo una sigaretta! Chi diavolo snifferebbe mai del tabacco?”.

Il video di natura amatoriale è stato postato online su Vine e quindi ripostato anche dal celebre sito di gossip di Perez Hilton, prima di essere eliminato dal web. Le immagini ritrarrebbero, il condizionale è d’obbligo, Rihanna mentre è alle prese con una sostanza non specificata e sta rollando un cilindretto bianco. La telecamera cambia quindi inquadratura e quanto ritorna sulla cantante di “Umbrella” e “We Found Love” la si intravede mentre si tappa il naso con la mano sinistra e tiene qualcosa nella mano destra.

Rihanna ha poi postato un nuovo video sul suo profilo Instagram in cui la si vede intenta a preparare delle semplici sigarette con del tabacco. Il dibattito sul fatto che Rihanna nel video stia assumendo sostanze illegali o meno tiene comunque banco in rete e d’altra parte le controversie non sono nuove per la popstar, che già al Coachella del 2012 aveva fatto discutere per delle immagini postate sul web con una sostanza bianca sospetta.