A sorpresa Rihanna annuncia i concerti del suo ANTI World Tour, che farà tappa a Milano il 13 luglio 2016, per l’unica data italiana. Il tour partirà il 26 febbraio da San Diego, in California, con lo show alla Viejas Arena, quindi vedrà la pop star impegnata in un prima tranche di 36 date tra Stati Uniti e in Canada, per poi approdare in Europa nel mese di giugno, con 24 imperdibili concerti che animeranno, tra le tante, le città di Amsterdam, Londra, Amburgo, Lione, Praga, Berlino e, ovviamente, Milano, per un’unica data allo Stadio San Siro, prima di terminare, il 12 agosto, a Zurigo. L’ANTI World Tour avrà come supporter della tranche americana Travis Scott, mentre ad aprire i concerti in Europa saranno The Weeknd e Big Sean.

I biglietti per assistere ai concerti di Rihanna saranno disponibili a partire da giovedì 3 dicembre 2015 su LiveNation.com, mentre per gli abbonati TIDAL sarà possibile acquistarli in prevendita già dal 30 novembre e c’è da scommettere che non impiegheranno molto a fare il tutto esaurito, dato che l’ultimo tour dell’amatissima Rihanna, il Diamonds World Tour, risale ormai a due anni fa!

Altrettanta trepidazione suscita poi l’attesa per l’uscita di “Anti”, nuovo album della pop star barbadiana, l’ottavo della sua carriera, atteso presumibilmente per venerdì 27 novembre in anteprima su TIDAL, quindi ufficialmente disponibile alla vendita dal 4 dicembre 2015. L’ultimo album di Rihanna, il settimo in studio, “Unapologetic”, risale infatti ormai al 2012. Da allora, pur concedendo ai fan nono poche apparizioni,  la cantante si è dedicata a numerosi altri progetti, come testimonial e designer in primis.

Per preparare il lancio di “Anti”, Rihanna ha inoltre firmato un contratto da 25 milioni di dollari con Samsung, per la creazione di un’app per smartphone interamente dedicata al nuovo disco. Si tratta di Antidiary e, come suggerito dal nome, contiene numerosi dettagli circa l’ultimo lavoro di Rihanna, tra cui alcuni inediti teaser trailer e la grafica della copertina (realizzata dall’artista isrealiano Roy Nachum).

Ancora non si conosce invece la tracklist completa del disco, ma certo non mancheranno i singoli che hanno anticipato la sua uscita: “Bitch better have my money”, “American oxygen” e “FourFiveSeconds”.