Il magazine francese Oops dovrà risarcire l’attore Leonardo Di Caprio per aver scritto che il divo di Hollywood fosse in attesa di un figlio dalla cantante Rihanna. La cifra che il magazine dovrà sborsare è in realtà piuttosto esigua (appena ottomila euro, contro i diciottomila richiesti) ma mette comunque fine ad una vicenda che aveva infastidito, e non poco, Di Caprio.

Tutto si è svolto a partire dal mese di maggio di quest’anno, quando erano circolate alcune foto in cui Rihanna e Leonardo Di Caprio erano in compagnia. All’epoca il gossip si scatenò, parlando di una relazione tra i due (o forse sperando in una relazione tra i due, chissà), che non è comunque mai stata confermata ufficialmente. tant’è che in un paio di mesi le voci si sono poi dissolte e della coppia formata da Leonardo Di Caprio e Rihanna non se n’è saputo più nulla.

Gli strascichi di quella vicenda sono però finiti in tribunale perché Leonardo Di Caprio, il 13 maggio, ha denunciato il magazine francese Oops, reo di aver sbattuto in copertina il finto scoop (a questo punto lo si può affermare) in merito ad una presunta gravidanza di Rihanna. Ma non solo… Il magazine aveva addirittura rivelato che in realtà Di Caprio non volesse riconoscere il figlio che aspettava da Rihanna perché nero.

Se questo finto scoop aveva già dell’incredibile, altrettanto incredibili suonano le dichiarazioni che Frederic Truskolaski, direttore di Oops, ha rilasciato in seguito alla sentenza. Il giornalista ha ammesso di non aver mai avuto la certezza che Rihanna fosse incinta di Di Caprio ma che avrebbe potuto esserlo ed in più che Di Caprio non avrebbe mai riconosciuto il bambino in quanto “pervertito razzista, che esce solo con ragazze ariane e con i capelli biondi“. Dopo queste affermazioni, possiamo intuire che Di Caprio porterà nuovamente in tribunale Truskolaski, citandolo per diffamazione questa volta…