Silvio Berlusconi continua ad essere ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano in attesa dell’operazione a cuore aperto per la sostituzione della valvola aortica. L’intervento è previsto per domani martedì 14 giugno come confermato dal suo medico personale, il primario di Rianimazione Alberto Zangrillo.

Intanto l’ex Presidente del Consiglio pare sia tranquillo mentre pernotta in una stanza che non sembra avere niente a che vedere con la camera di una struttura ospedaliera. Il locale, che occupa metà del sesto piano del padiglione “Diamante” del San Raffaele, è stata fatto costruire da Don Verzè e ha tutte le sembianze di una vera e propria suite privata. Ampia trecento metri quadrati, conta tre bagni e ben nove stanze, tra cui c’è una sala riunioni, una camera per i familiari, una per il domestico personale, un’altra con un megaschermo per seguire gli Europei di calcio e un salottino dove il capo-scorta filtra le telefonate. Insomma, un vero e proprio ricovero di lusso a cui il leader di Forza Italia è già abituato: nella stessa suite Berlusconi era già stato ricoverato tempo fa per il problema dell’uveite e anche l’anno scorso per sostituire il pacemaker impiantato negli Stati Uniti nel 2006. Adesso non resta che aspettare l’esito dell’intervento di domani, mentre in ospedale continuano ad arrivare  fiori, visite e soprattutto centinaia di lettere di fan che augurano all’ex premier una ripresa veloce.