Reversal – La fuga è solo l’inizio (titolo italiano dell’originale Bound to Vengeance) uscirà nelle sale italiane il prossimo 8 ottobre. Il film è un thriller dalle sfumature drammatiche che affronta un argomento inquietante, quello dei rapimenti a scopo sessuale e dunque contestualmente la violenza sulle donne.

Regista (e produttore) della pellicola, che negli Stati Uniti ha fatto il suo debutto nei cinema lo scorso 26 giugno, è José Manuel Cravioto, al suo secondo film dopo l’action messicano El Mas Buscado.

Cravioto ha affermato di essere stato spinto ad accettare di sedersi dietro la macchina da presa per il mix di generi da cui è costituito Reversal – La fuga è solo l’inizio: “All’inizio, sono stato molto attratto dal genere. È un film che mette insieme il thriller, il dramma e l’horror, che sono proprio I miei generi preferiti. Non è stato solo eccitante, ma si è rivelata una sfida estremamente allettante. Ho trovato stimolante il fatto che attraverso il film, e sopratutto attraverso il personaggio principale Eve, è venuta fuori una forma di vendetta estrema”.

A interpretare la protagonista è la giovane attrice Tina Ivlev, vista sopratutto in televisione in show come Anger Management, CSI e The Bridge. Il film è incentrato proprio sul personaggio della ragazza che, incatenata da lungo tempo a un materasso sporco, non ha perso la speranza di poter fuggire e ritornare a vivere e ad abbracciare i suoi amici e il suo ragazzo.

Ma sopratutto non ha perso la propria umanità, dato che anche dopo aver trovato uno spiraglio di luce si impegnerà per salvare le altre ragazze nelle sue stesse condizioni, anche se ciò vuol dire venire a patti con il proprio aguzzino.

Nei panni di quest’ultimo troviamo Richard Tyson, che qualcuno ricorderà per il suo ruolo nella commedia Un poliziotto alle elementari. Nel cast anche Bianca Malinowski, che si è fatta notare in alcuni serial come Halt and Catch Fire, Criminal Minds, Valley Girls e Nashville.