In occasione della ventesima ricorrenza dell’ uscita nelle sale di Un lupo mannaro americano a Londra di John Landis, la Universal edita la versione restaurata in dvd.

Il restauro di questa edizione speciale, delude un pò.

La qualità della visione, soprattutto durante il primo tempo del film, è ostacolata dalla perdita delle informazioni che nelle scene notturne crea una “pixellizzazione” delle basse luci sul fondo dell’inquadratura.

Senza contare che il lavoro di restauro della pellicola, che faceva sperare una giusta incisione nella messa a fuoco delle immagini, presenta invece una morbidezza generale.

L’immagine ancora instabile nelle sua qualità, per fortuna è meno danneggiata nel secondo tempo del film, anche perché le scene sono meno deboli, meno soggette alla perdita di informazioni della pellicola, trattandosi di sequenze girate di giorno e di piani stretti sui volti dei personaggi.

Mentre per ciò che riguarda le notturne, già più povere perché meno incise dalla luce sin dall’inizio, pare non ci sia molto da recuperare.

Certamente la considerevole età della pellicola, rende comprensibili molti tra questi deficit.

Il suono è stato organizzato con un dolby surround 2.0 senza troppo a pretendere.

Già, perché non è possibile pretendere di ricreare una tecnologia oggi molto diffusa, senza considerare che due decenni fa il cinema viaggiava su binari molto meno avveniristici.