Dopo tante indiscrezioni Raoul Bova ha deciso di rompere il silenzio e di mettere a tacere i vari rumors che da qualche mese giravano sulla fine del suo matrimonio e ha dichiarato che in effetti lui e Chiara Giordano si stanno separando dopo 13 anni, e che la crisi è in corso da diversi anni (foto by InfoPhoto).

L’attore romano in un’intervista a Vanity Fair che gli dedica la copertina: “Chiara e io nel tempo siamo molto cambiati. Il cambiamento a volte unisce e a volte no. Noi due, purtroppo, non ci siamo più capiti… Allora è iniziato un periodo molto lungo, quasi tre anni ormai, in cui ci siamo parlati, ci siamo confrontati”.

“Abbiamo provato in tutti i modi a risolverli, quei problemi, ma purtroppo non è bastato… E alla fine abbiamo deciso di comune accordo, con grandissimo dolore e con grandissima civiltà, di prendere strade diverse. Lo abbiamo fatto perché crediamo troppo al valore della famiglia per tenerla in piedi a qualunque costo, come facciata, senza onestà. È un atto non dico di amore, ma di rispetto per l’amore che c’è stato tra di noi”.

Bova tiene inoltre a ribadire la sua eterosessualità e a fatare una volta per tutte anche le voci che lo definiscono gay, soprattutto ora in seguito alla notizia della separazione: “Lo dico apertamente, mi piacciono le donne. Se fossi omosessuale, credo che non avrei nessun problema a riconoscerlo. O forse non lo direi: perché questo obbligo di dichiararsi, di giustificarsi? Nessuno va in giro a dire: piacere, sono etero (…)”.