Il 1 gennaio gli esercenti inizieranno a fregarsi le mani (già ampiamente riscaldate dall’analogo sfregamento procurato dall’ultimo episodio di Star Wars): si tratta infatti del giorno del debutto al cinema di Quo vado?, la nuova commedia di Checco Zalone che si preannuncia un successo annunciato.

Ed è difficile infatti immaginarsi un flop per una pellicola che arriverà in 900 copie, una stima che per ora è al ribasso, visto che se il film dovesse superare le già altissime aspettative l’offerta si adeguerà a una domanda crescente.

Dal punto di vista delle cifre che si prevedono al box-office già si fanno raffronti ipotetici tra i quasi 17 milioni di euro raccolti da Star Wars Il Risveglio della Forza nel giro dodici giorni e i guadagni della produzione Taodue distribuita da Medusa.

Una gara che inizierà già dalla notte del 31 dicembre, visto che alcune delle sale più importanti del circuito The Space hanno deciso di offrire la possibilità di festeggiare la notte di Capodanno in sala proprio guardando Quo vado? a un prezzo maggiorato – ma contenuto se si pensa alle alternative – di 12 euro.

D’altro canto la progressione economica dei film della coppia formata dal regista fidato Gennaro Nunziate e Checco Zalone – nome d’arte di Luca Pasquale Medici, che ha scelto l’alias dall’espressione barese “che cozzalone” per indicare una persona volgare e vistosa – è sotto gli occhi di tutti: il primo Cado dalle nubi del 2009 fece 14 milioni di incassi, il secondo Che bella giornata del 2011 balzò a 43 e infine Sole a catinelle del 2013 segnò il record per il cinema italiano con 52 milioni raggranellati.

Quo vado? racconta la storia piuttosto attuale – per quanto Medici non voglia parlare di “messaggio” – di un impiegato pubblico con l’ossessione del posto fisso che per non perdere il lavoro viene trasferito in Norvegia, dove deve difendere i ricercatori dal pericolo degli orsi polari. Inevitabilmente troverà l’amore e la realizzazione di sé, ma quest’anno la novità è che ci saranno meno parolacce, come promesso dal comico.