Pierfrancesco Favino vestirà i panni dell’avvocato Giorgio Ambrosoli per la miniserie televisiva “Qualunque cosa succeda”. In onda in prima serata su Rai Uno la serie, diretta da Alberto Negrin, coprodotta da Rai Fiction e 11marzofilm, sarà divisa in due puntate in onda l’1 e il 2 dicembre.

Tratta dall’omonimo romanzo del figlio Umberto, pubblicato nel 2009, in questi due appuntamenti la serie racconterà parte della storia dell’avvocato milanese, ripercorrendo la sua carriera da “sconosciuto” alla nomina, da parte della Banca d’Italia come liquidatore della Banca Privata italiana, travolta dal crack finanziario di Michele Sindona, fino al suo tragico omicidio, avvenuto con quattro colpi di pistola nella notte dell’11 luglio 1979 per mano di un assassino mafioso reclutato proprio di quest’ultimo.

A chiudere il racconto della serie, una frase di Giulio Andreotti nei confronti dell’avvocato, definendolo come “una persona che se l’andava cercando”.

Nel corso delle puntate emergerà anche un vero e proprio doppio ritratto dell’attore: da un lato tenero e amorevole nei confronti della famiglia, mentre dall’altra un Giorgio decisamente più serio e ligio al dovere, cercando di fare chiarezza sulla complicità tra finanza, politica e IOR con la stessa banca, sacrificando la propria vita per la giustizia. Tra gli altri nomi del cast anche Anita Caprioli nei panni della moglie dell’avvocato, Annalori, mentre Massimo Popolizio (“Il giovane favoloso”) nelle vesti di Michele Sindona.

photo credit: daniela.elle via photopin cc