Uscirà l’11 maggio al cinema Qualcosa di troppo, la commedia francese che si diverte a esaminare le differenze di genere.

Il film di Audrey Dana, qui anche nei panni della protagonista, e già autrice di 11 donne a Parigi, risponde a una semplice domanda: “Avete mai pensato a come sarebbe mettersi nei panni di una persona dell’altro sesso, anche solo per un giorno?

È infatti quello che capita a Jeanne, fresca di divorzio, con due figli a carico, che non vuole più sentire parlare di uomini. Tuttavia un giorno un imprevisto misterioso le sconvolge l’esistenza: un piccolo dettaglio tra le gambe che l’avvicina molto più di quanto vorrebbe all’altra metà del cielo.

Tra momenti di ilarità e altri di panico, Jeanne farà di tutto per cercare di superare questa situazione a dir poco singolare, dovendo persino confrontarsi con l’entrata in scena di un potenziale partner.

La regista ha affermato di aver voluto dirigere il film anche per combattere alcuni stereotipi: “Come tante altre donne, mi sono spesso chiesta come sarebbe immedesimarsi in un uomo. […] Viviamo in una società piuttosto maschilista, fondata sul fatto che essere un uomo presupponga molti più diritti. Che succederebbe, quindi, se conferissimo questi onnipotenti attributi maschili a una donna?”

La cineasta, che ricorda di aver avuto l’idea in sogno, ha scritto la sceneggiatura con altre due donne, ma non prima di aver intervistato un gran numero di uomini facendo domande sulla loro vita sessuale. L’intento, afferma era quello di “di far cadere i cliché, e di invitare a una sorta di riconciliazione tra i generi. Il film è un chiaro invito all’equilibrio e all’accettazione delle differenze.”

Nella clip del film in esclusiva per Leonardo.it possiamo assistere al momento in cui Jeanne nel corso di un temporale venga “trasformata”: alzandosi dal letto spinta da bisogni impellenti, non si accorge di aver urinato in piedi. Sarà solo dopo qualche istante che la donna deciderà di procedere a un’ispezione decisamente esilarante.

Nel cast di Qualcosa di troppo, oltre alla stessa Dana, Christian Clavier (Non sposate le mie figlie!), Eric Elmosnino (La famiglia Bélier), Alice Belaidi (11 Donne a Parigi), Antoine Gouy e Joséphine Drai.