Un film che celebra l’amicizia tra l’uomo e il suo migliore amico, il cane, viene accusato di crudeltà proprio nei confronti degli animali: è quanto accade per Qua la zampa! (A Dog’s Purpose), pellicola da poco uscita nelle sale cinematografiche italiane.

A mettere in allarme gli animalisti e la Peta è stata la pubblicazione da parte di TMZ di una clip in cui un pastore tedesco che ha recitato nel film nei panni del protagonista viene costretto a immergersi in acqua nonostante sia evidentemente terrorizzato.

Hercules, questo il nome del cane maltrattato, viene poi spinto nella vasca in cui si svolge la scena, ma le sua evidenti difficoltà a muoversi nell’acqua molto mossa viene notata dalla troupe, che deve intervenire per preservarne la sicurezza.

La Peta ha quindi chiesto di boicottare il film, affermando che “i cani e gli animali devono essere trattati umanamente, non come oggetti di scena”.

La Amblin Entertainment, che ha prodotto il film, e la Universal Pictures che lo distribuisce, hanno rilasciato un comunicato congiunto: “A Dog’s Purpose celebra il legame speciale tra gli esseri umani e i loro cani. E nello spirito di questa relazione, il team di produzione Amblin ha seguito i protocolli rigorosi per promuovere un ambiente etico e sicuro per gli animali.

Sulla questione è intervenuto anche il produttore Gavin Polone, che intervistato da Variety, ha affermato di non essere stato presente sul set in quel momento e si è detto disgustato dall’accaduto: “Il film è nato da quanto io provo per gli animali. Questo è accaduto 15 mesi fa e avrebbe dovuto essere esaminato immediatamente. È inconcepibile che qualcuno abbia aspettato più di un anno per richiamare l’attenzione su quanto accaduto”.

Nel frattempo la premiere a Los Angeles è stata annullata per permettere alla casa di produzione di esaminare quanto avvenuto.