Le Pussy Riot (Maria Alyokhina e Nadezhda Tolokonnikova) sono state finalmente liberate: questo accadeva ormai qualche tempo fa.

Ma non hanno smesso di combattere per la libertà di espressione!

Prima di Natale, al New York Times Alyokhina aveva infatti dichiarato: “I think this is an attempt to improve the image of the current government, a little, before the Sochi Olympics, particularly for the Western Europeans. But I don’t consider this humane or merciful” ovvero “Penso che questo gesto cerchi solo di migliorare l’immagine del governo agli occhi dell’Europa Occidentale proprio prima dei Giochi Olimpici. Ma non lo considero un gesto di umanità al quale essere grata“.

Per festeggiare la libertà ottenuta di diritto, le Pussy Riot si esibiranno il prossimo 5 febbraio presso il Barclays Center di Brooklyn a New York in occasione del “Bringing Human Right Home”, il concerto di Amnesty International.

Tra gli artisti presenti ci saranno anche The Flaming Lips, Imagine Dragons, Lauryn Hill, Tegan & Sara, The Fray, Cold War Kids, Colbie Caillat e Cake.

Siamo davvero curiosi di assistere allo spettacolo…

Foto tratta dal sito internet di Amnesty International – Bringing Human Right Home