Buon compleanno Pupi Avati! Il grande regista italiano compie oggi 75 anni!

Una vita intensa, piena di successi cinematografici arrivati soltanto dopo un percorso intenso e pieno di incertezze: il buon Avati, infatti, inizio la sua carriera non dietro una macchina da presa, bensì in un gruppo jazz nel ruolo di clarinettista. Tutto andò al meglio fino all’arrivo di Lucio Dalla che rovinò la piazza al regista che racconta:

Il mio sogno era diventare un grande clarinettista jazz. Ma un giorno nella nostra orchestra arrivò Lucio Dalla. All’inizio non mi preoccupai più di tanto, perché mi pareva un musicista modestissimo. E invece poi ha manifestato una duttilità, una predisposizione, una genialità del tutto impreviste: mi ha tacitato, zittito, messo all’angolo. Io a un certo punto ho anche pensato di ucciderlo, buttandolo giù dalla Sagrada Familia di Barcellona, perché si era messo in mezzo tra me e il mio sogno“.

Successivamente, per quattro anni, prese a lavorare come rappresentante della Findus surgelati, quelli che descrive come i quattro anni peggiori della sua vita. Solo più tardi, illuminato dalla visione di  di Federico Fellini, tentò la strada del cinema. Nel 1970 ottiene da un misterioso imprenditore i finanziamenti per girare due film: Balsamus, l’uomo di Satana e Thomas e gli indemoniati, due horror grotteschi orgogliosamente provinciali.

Da lì l’inizio del suo successo: collabora con Pasolini, lavora con Christian De Sica, approda sul piccolo scherzo dove riesce a raggiungere e conquistare milioni di italiani, dirige i Pooh in uno speciale sul loro disco Viva, e accumula una serie di premi e riconoscimenti alla carriera.

Nel 2010 è stato realizzato un film documentario di interviste e animazioni Pupi Avati, ieri oggi domani diretto dal regista Claudio Costa, ispirato all’autobiografia del regista Sotto le stelle di un film. Al documentario hanno partecipato i tre figli, diversi attori e collaboratori, tra cui Carlo delle Piane, Diego Abatantuono, Katia Ricciarelli, Christian De Sica.

Nel 2011 ha presentato in concorso alla Festa del cinema di Roma il film Il cuore grande delle ragazze, con la partecipazione di Micaela Ramazzotti e del cantante Cesare Cremonini. Nel 2012 dirige la sua nuova fiction con Christian De Sica da titolo Un matrimonio in onda su RaiUno. Nel 2013 ha recitato un cameo nel film di Riccardo Milani, Benvenuto Presidente, nel ruolo di membro dei poteri forti, insieme alla collega Lina Wertmuller, al critico Steve Della Casa e al giornalista Fabrizio Rondolino.

L’amore e la passione per la musica e per la propria città lo hanno accompagnato per tutta la vita: il regista spesso gira i suoi film a Bologna ed è solito inserire in essi numerosi riferimenti musicali, ispirandosi direttamente, in alcuni casi, a questa sua esperienza (come ad esempio in Ma quando arrivano le ragazze?).

(Foto by InfoPhoto)