Un film interamente ambientato a New York, diretto da un regista italiano all’esordio, ma girato a Roma-Cinecittà, sia pure in lingua inglese. E’ la ricetta di The Elevator, prima opera di Massimo Coglitore, che ha dato il via alle riprese lo scorso novembre.

Un thriller psicologico di due ore, che racconta le storie di due personaggi, entrambi alle prese con altrettanti segreti in uno spazio apparentemente claustrofobico.

Una pellicola a basso costo, autofinanziata e realizzata con alti standard per competere con il mercato internazionale. Tra gli interpreti, Caroline Goodall (già vista in Dorian Gray), James Parks (The Listening) e Burt Young.