7 eventi, 7 concerti in 7 nazioni diverse in 7 giorni consecutivi.

Questo è il 777 tour di Rihanna che in questi giorni è partito per la promozione del disco ‘Unapologetic’ cui ‘Diamonds Tour’ è stato confermato.

Che il programma fosse fitto già lo si sapeva, così come ci si potevano immaginare eventuali ritardi.

Ma nessuno, o quasi, aveva calcolato che la giovane RiRi, certamente dedita al lavoro, avrebbe avuto anche le forze per festeggiare fino a notte inoltrata, una volta terminato lo show.

Così però è stato.

A Parigi, il 17 novembre, Rihanna si è intrattenuta con P. Diddy, PHarrel e Cassie, finendo per fare le ore piccole e per ripartire in ritardo.

Questa sua voglia di divertirsi le è però costata cara.

Ha infatti dovuto pagare gli aeroporti, ma anche le squadre private aeroportuali e doganali e gli addetti ai bagagli e alla sicurezza che hanno dovuto attendere i comodi della cantante.

Oltre alla spesa, che si aggira intorno ai 150.000 dollari, Rihanna si è presentata sui palchi che la stavano aspettando con più di un’ora di ritardo, due e mezza a Stoccolma.