Ho sempre avuto una particolare predilezione per il Principe Harry. Sarà per quel suo essere fuori dagli schemi, sarà per il fatto che tende a fregarsene (e fa bene) del fatto che suo fratello William sarà il futuro re d’Inghilterra e che lui stesso occupa uno dei gradini della scala di successione al trono britannico. In passato è finito più volte sulle riviste scandalistiche (per essersi vestito da nazista o per una folle notte a Las Vegas di cui sono state poi diffuse le immagini) ma oggi ve lo segnaliamo per una notizia certamente più leggera.

Nonostante abbia dichiarato di odiare Twitter (“Invade la privacy“, leggi qui tutti i dettagli), Harry si è divertito ad intromettersi nel selfie ricordo che si stavano scattando  l’allenatore della squadra di rugby della Nuova Zelanda Sir Gordon Tietjens, l’amministratore delegato dello Sport Manawatu Trevor Shailer, e il docente della Massey University Gary Hermansson durante i Commonwealth Games che si stanno disputando a Glasgow. Dato che odia tanto Twitter – e probabilmente anche gli altri social – non deve aver pensato che a causa di questo suo photo bomb (intromissione in foto altrui) sarebbe finito quasi certamente sui social networks. E così è stato.

L’ad  dello Sport Manawatu Trevor Shailer ha postato la foto sul suo profilo Facebook e l’ha intitolata “Foto del giorno, una Royal photo bomb con Harry…”