Come prevedibile, dopo il cordoglio per la sua morte sta per iniziare una battaglia legale per la sua eredità. Mentre ancora si attendono gli esiti finali dell’autopsia sul cadavere di Prince, trovato morto nella sua residenza lo scorso 21 aprile, c’è grande curiosità per scoprire cosa contiene la cassaforte che il cantante aveva nella sua villa di Minneapolis, in Minnesota.

La famigerata cassaforte è ora stata aperta con l’utilizzo di un trapano, visto la combinazione era conosciuta soltanto dal genietto di Minneapolis, ma ancora non è stato reso pubblico il suo contenuto. Uno dei fratellastri di Prince, Alfred Jackson, ha fatto un vero e proprio appello affinché venga comunicato cosa c’è all’interno della tanto misteriosa cassaforte.

Alfred Jackson ha infatti richiesto: “Rendiamo pubblico il contenuto custodito nella cassaforte segreta”. L’uomo è uno dei “contendenti” all’eredità di Prince, insieme ai suoi altri quattro fratellastri e alla sorella Tyka Nelson.

Il patrimonio di Prince è stimato essere di una cifra intorno ai trecento milioni di dollari e, in assenza di un testamento, dovrebbe essere spartita tra la sorella e i cinque fratellastri. Al momento è stato nominato da un tribunale del Minnesota un amministratore legale, il Bremer Trust.

A rendere ancora più preziosa la sua eredità potrebbe essere il contenuto presente all’interno del “vault”. Secondo alcune indiscrezioni fornite da alcuni collaboratori e amici del grande cantante di “Purple Rain”, “Kiss” e “When Doves Cry”, dentro la cassaforte sarebbero presenti numerose canzoni, forse addirittura centinaia e c’è chi parla persino di undici album completi e ancora del tutto inediti.