La tragedia del terremoto di Amatrice e l’inchiesta su Giulio Regeni con l’intervista esclusiva di Riccardo Iacona ai genitori del giovane ricercatore italiano ucciso a Il Cairo al centro della nuova puntata di “Presa Diretta”, in onda lunedì 29 agosto alle 21.10 su Rai 3.

Il reportage di Riccardo Iacona si apre con una pagina  dedicata alla tragedia che ha colpito il centro Italia, “Terremoto zero prevenzione”: la cronaca di una tragedia annunciata, fra le scosse che continuano, e il numero dei morti che sale ora dopo ora. Presa Diretta seguirà il sisma, nello stesso modo che ha fatto per l’Aquila, fino alla ricostruzione completa.

Segue l’inchiesta “Chi ha ucciso Giulio Regeni?”, con l’intervista esclusiva di Riccardo Iacona a Paola e Claudio Regeni, genitori di Giulio, che parlano per la prima volta con un giornalista. Paola Regeni durante l’intervista dichiara: “Era un ragazzo al passo coi tempi, appassionato, sia nella ricerca, ma non solo, era proprio un suo modo di essere e di rapportarsi con gli altri, era anche un ragazzo che si divertiva, che faceva cagnara come si dice oggi ..con gli amici, quindi un ragazzo pieno di vita, di amici e di amiche”.

Iacona prova a ricostruire la personalità del ricercatore italiano barbaramente ucciso, e tutta la vicenda che l’ha visto protagonista, con un duro lavoro d’inchiesta durato mesi tra l’Italia, gli Stati Uniti, la Turchia, la Gran Bretagna e l’Egitto, attraverso le testimonianze degli amici di Giulio Regeni, documenti inediti e interviste esclusive. Riccardo Iacona, alle agenzie di stampa, racconta che per l’inchiesta su Regeni: “Siamo andati in Turchia perchè è li che si sono rifugiati tutti i Fratelli Musulmani fuggiti dall’Egitto dopo il golpe, compreso l’ex ministro del Governo Morsi Amr Darrag, che ci ha ricostruito il contesto in cui è maturata la decisione di rapire e uccidere Regeni, nell’ambito di una faida fra Servizi segreti egiziani”

In chiusura, la storia “Resistenza verde”, che ha come protagonista Daniela Ducato, Cavaliere della Repubblica per meriti ambientali, che nel Sulcis in Sardegna, dove la disoccupazione è altissima, con le sue idee “verdi”  sta creando occupazione per centinaia di persone.

Lo storico programma di Rai3, che ha nel dna la nuova linea editoriale dell’informazione Rai,  andrà in onda per tutto l’autunno con le sue video-inchieste dettagliate e autorevoli, in un racconto sincero anche se a volte duro.