Si è conclusa ieri la 27° edizione del GLBT Film Festival di Torino, che ha riconfermato il successo già avuto negli scorsi anni.

Un Festival che anche quest’anno non è stato esente da polemiche ma che ha trovato comunque l’apprezzamento del pubblico, che ha superato tutte le migliori aspettative con oltre 40 mila presenze.

Un successo che si è propagato anche grazie all’uso delle nuove tecnologie di comunicazione: 35 mila visualizzazioni su YouTube del video della sigla, 4500 “Mi piace” su Facebook e 600 followers su Twitter.

Ecco i premiati della 27° edizione del GLBT Film Festival:

Premi della Giuria

Concorso Lungometraggi: “A Novela das 8” di Odilon Rocha (Brasile 2011)

Concorso Documentari: “Trans” di Chris Arnold (USA 2012), Menzione Speciale della Giuria per “Detlef” di Stefan Westerwelle e Jan Rothstein (Germania 2012)

Concorso Cortometraggi: “The Lesson” di Paul Metz (Giappone 2011), Menzione Speciale della Giuria per “Down Here” di Diogo Costa Aramante (Portogallo 2011)

Premi del Pubblico

Concorso Lungometraggi: “The Parade” di Sdrian Dragojevic (Serbia/Slovenia/Croazia 2011)

Concorso Documentari: “Call Me Kuchu” di Malika Zouhali-Worral e Katherine Fairfax Wright (USA 2012)

Concorso Cortometraggi: “Tsuyako” di Mitsuyo Miyazaki (Giappone 2011)

Il Queer Award, premio assegnato dagli studenti dello IED (Istituto Europeo di Design di Torino, va a “Mosquita y Mari” di Aurora Guerrero (Usa 2012).