Matt Fiddes, ex body guard di Michael Jackson, torna alla carica: dopo le rivelazioni sulla presunta passione con Whitney Houston ci racconta delle nuove stranezze che riguarderebbero il cantante.

In una nuova intervista al “The Sun” ha rivelato che Michael avrebbe tentato di uccidere il fratello Randy.

Il tutto sarebbe successo nel 2005, quando la famiglia Jackson propose a Michael di tornare insieme per una tournee, offrendogli un lauto compenso. Ovviamente Michael rifiutò –  i rapporti con i suoi fratelli, i Jackson Five, non  erano molto buoni – e Matt Fiddes ha raccontato che, quando Randy Jackson, tentò di avvicinare Michael per cercare di convincerlo, quest’ultimo chiese a una delle sue guardie di sparargli.

In quel periodo Michael Jackson aveva già iniziato a manifestare molti segnali preoccupanti sul suo stato di salute, sia fisica che psicologica, e non stupisce se la richiesta di uccidere il fratello fosse davvero uscita dalla sua bocca.

Quello che stupisce di più è che ci sia ancora qualcuno che tenta di avere qualche minuto do notorietà sfruttando la morte di qualcun altro e senza badare alla sofferenza che questo può provocare nelle persone che hanno amato e apprezzato Michael Jackson per il suo talento e per la sua persona.