Il mondo delle confraternite studentesche occulte di college prestigiosi ha sempre affascinato il cinema, e sono pertanto molti titoli dedicati a gruppi di potere che si sviluppano a partire dell’attività scolastica.

Posh – che nella patria britannica si chiamerà The Riot Club – si inserisce nella scia di pellicole come The Skulls, ma beneficia di un’origine diversa, dato che è tratto dall’omonima piece teatrale della commediografa Laura Wade (anche sceneggiatrice del film).

L’opera, che porta la firma della danese Lone Scherfig (già autrice dei molto british An Education e One Day), uscirà il 25 settembre in Italia e si avvale di un cast composto da giovanissime promesse del cinema inglese: Sam Claflin (Hunger Games – La Ragazza di Fuoco, Biancaneve e il Cacciatore), Max Irons (The Host) e Douglas Booth (Romeo&Juliet) sono tra i virgulti più noti, mentre in campo femminile si fanno riconoscere Natalie Dormer (Il trono di spade) e Holliday Grangier (I Borgia).

Tra i rituali più famigerati dei club di Oxford spicca la grande cena semestrale, durante la quale i membri del gruppo devono demolire completamente il ristorante in cui si svolge, per poi pagarne i danni. Nel thriller Posh seguiremo i preparativi, conoscendo i personaggi facenti parti della plutocrazia britannica, per poi arriverà all’evento principale che avrà conseguenze inaspettate e drammatiche.

Foto credit: Universal Pictures